In quali casi si possono inserire gli impianti dentali? - Il mio impianto dentale

Impianto dentale

In quali casi si possono inserire gli impianti dentali?

Gli impianti possono essere inseriti nella mandibola o nel mascellare superiore per sostituire uno o più denti mancanti ma anche per rimpiazzare una protesi removibile con una fissa o ancora per rendere più stabile una protesi removibile.

Quando un dente viene perso, si può inserire un impianto nello spazio lasciato dal dente mancante. Una capsula o corona è quindi collocata sull’impianto. Questo nuovo elemento dentale avrà un aspetto e una funzione equivalenti a quelle dei denti naturali.

Quando sono stati persi due o più denti adiacenti, si possono inserire degli impianti negli spazi lasciati liberi dai denti. A seconda dei casi, non è obbligatorio collocare un impianto per ogni dente da sostituire. Saranno quindi inseriti sugli impianti dei ponti o delle corone singole.

Nel caso di una totale assenza di denti nella mandibola o nel mascellare superiore si può:

  • realizzare un ponte unico sostenuto da diversi impianti
  • stabilizzare una protesi totale (dentiera) con due o più impianti.


Il numero degli impianti necessari è variabile in base alla Vostra qualità ossea, al tipo di protesi selezionata e all’arcata da riabilitare (mandibola o mascellare superiore).

2 impianti possono essere sufficienti nella mandibola per stabilizzare una protesi totale (o 4 nel mascellare superiore). Gli impianti potranno essere collegati con una barra.